Eccola, arriva…

Poetella's Blog

piogga(foto di poetella)

E qui poetella la legge

Eccola, arriva!
Fuori della finestra la notte
s’intorbida di paura.
Quella nuvola nera s’allarga, vedi? s’espande.
E la città è sorpresa
Sospesa
in attesa
in allarme

e da te?

Ecco che inizia la pantomima dell’acqua
ecco che s’alza il sipario, zitti!

comincia il piagnisteo del cielo
il singhiozzo accorato ritmato
disperato del cosmo
discorde
da questo segreto cantarmi nel petto

(e t’aspetto. Lo sai che t’aspetto)

da questo mio cuore corridore bambino
questo mio cuore velocista dei sogni.
E da te?
Già scroscia?

Poveri fiori miei spaventati
Poveri fiorellini serrati serrati
uno contro l’altro
uno contro l’altro fagottini di colore
e no, non abbiate paura!
Passerà la nube.
Porterà un po’ di scompiglio, va beh! nel progetto
d’amore.
Solo un po’. Giusto un po’.

Tanto ricominceremo il lavoro, poi. Noi, diligenti.


(by poetella)

 

.

View original post

Advertisements

Prossima partenza.

Mancano due giorni alla mia partenza verso l’ImmagineInghilterra. A Kenilworth vive mia figlia Alice col marito e tre meravigliosi bambini. Ora, io mio marito, mia figlia Alessandra e l’altra nipotina Lara stiamo per raggiungerli per una breve vacanza. Questo paese è incantevole, tranquillo con molti spazi verdi, luogo ideale per le famiglie con bambini. Non credevo mi piacesse tanto ma qui ritrovo nuove energie e poi vivo bellissime allegre giornate con tutta la mia tribù. Devo aggiungere che tra pochi mesi arriverà il quinto nipote.

Se tu canti io canto

Ogni mamma dovrebbe la sera stare accanto al suo bimbo e cantare una ninna nanna. La musica unisce e resta per sempre nella mente !

da mamma a mamma, da donna a donna

biblioteca
Il 31 marzo 2014 presenterò alla biblioteca di Alzano il mio libro
Il progetto del libro nasce lo scorso 2013 in occasione dell’organizzazione del convegno Nella musica c’è in collaborazione con la pediatra dott.ssa Alessandra Ometto e l’educatrice musicale Virginia Longo. Il convegno patrocinato da Nati per la musica e dalla Fondazione Mariani con l’idea di diffondere  il significato e l’importanza della musica.
F. Fornari nel suo libro Psicoanalisi della musica dice: ” La musica è mamma”. La musica è un grembo, ed è proprio nel grembo materno il bambino fa esperienza della prima musica attraverso i movimenti e i suoni del corpo della mamma, del sangue che scorre del respiro, del battito del cuore.
Quello che ho cercato di raccontare nella fiaba è proprio il recupero di queste sensazioni primordiali.

Da qui l’idea che per la presentazione del libro le mamme e i bambini che interverranno…

View original post 47 more words